Il patto curdo per le elezioni in Turchia

C’è un altro patto in via di definizione in vista delle elezioni locali in Turchia. Un patto che vede al centro il Partito democratico dei popoli (Hdp), che ha annunciato pubblicamente un’intesa con altri sette partiti curdi, in vista del voto del 31 marzo. “I partiti politici hanno preso la decisione di costituire un’alleanza ritenendo le elezioni tanto un’opportunità per unirsi contro gli attacchi del potere, quanto un importante passo verso l’obiettivo dell’unità dei popoli”, si legge in un comunicato riportato dal sito T24.

L’annuncio ufficiale è stato dato oggi, nella città a maggioranza curda di Diyarbakır, dopo che varie fonti della stampa turca avevano già pubblicano i nomi dei partiti coinvolti: Azadî Hareketi, Demokratik Bölgeler Partisi (DBP), Devrimci Demokratik Kürt Derneği (DDKD), İnsan ve Özgürlük Partisi, Kürdistan Komünist Partisi, Kürdistan Demokrat Partisi (PDK) e Kürdistan Demokrat Partisi-Türkiye (PDK-T).

Secondo Rudaw, testata del gruppo mediatico omonimo del Kurdistan iracheno, lo stesso Hdp aveva già confermato ieri i nomi dei partiti in un post in Kurmanji, una delle varianti della lingua curda, pubblicato sulla pagina facebook del partito e cancellato poco dopo.

Per l’Hdp le elezioni locali rappresentano un’occasione importante. Il partito ha ottenuto alle precedenti elezioni del 2014 il governo di 102 municipalità, 95 delle quali sono attualmente in mano ad amministratori nominati dal partito al governo (Akp). I rispettivi sindaci sono stati destituiti con l’accusa di avere legami con il Partito dei lavoratori curdo (Pkk), considerato in Turchia un gruppo terroristico.

“Se dalle urne usciranno i nomi di quanti sono coinvolti in atti terroristici, nomineremo dei fiduciari senza indugio. Non daremo chance a quanti sono schiavi dei baroni del terrore di Kandil”, ha ribadito non più tardi di ottobre il presidente della Repubblica Recep Tayyip Erdoğan, menzionando le montagne al confine tra Iraq e Iran che sono considerate il santuario del Pkk.

Non è la prima volta che diversi partiti curdi provano a trovare un’intesa per presentare un fronte compatto alle elezioni. Qualcosa di simile era già successo prima delle elezioni parlamentari e presidenziali del giugno 2018, a cui l’Hdp aveva candidato per la più alta carica dello stato il co-leader Selahattin Demirtaş. Accusato di terrorismo, è in carcere da oltre due anni in attesa di processo. Una pronuncia della Corte europea per i diritti umani, che ha definito a novembre illegittima la sua dentenzione preventiva, è stata rigettata da un tribunale turco.

Alle scorse elezioni l’Hdp non si era unito alla Coalizione elettorale curda formata da Kürdistan Demokratlar Platformu (KDP), Azadi Hareketi, Kürdistan Özgürlük Partisi (PAK), Kürdistan Sosyalist Partisi (PSK) e Türkiye Kürdistan Demokrat Partisi (PDK-T). “L’Hdp ha scelto i movimenti della sinistra turca”, avevano commentato i membri della coalizione, sottintendendo che il partito aveva invece a loro giudizio messo da parte la questione curda.

Spesso definito simplicisticamente come “partito curdo”, l’Hdp deve parte del suo successo elettorale proprio alla scelta di parlare a un elettorato più ampio, non limitandosi a una questione identitaria, presa prima delle elezioni del 2015. Il discorso politico di sinistra del partito, che scelse allora di scendere in campo sotto il proprio logo, e non schierando una serie di candidati indipendenti, non mirava soltanto a intercettare il voto dei curdi, ma anche quello delle altre minoranze del paese, e della comunità LGBT.

“Invito soprattutto i figli del popolo curdo che fanno parte dell’Akp a unirsi alla coalizione, abbandonando il partito dell’oppressione”, ha dichiarato Demirtaş dal carcere di Edirne. Soprattutto nelle province sud-orientali della Turchia, dove la popolazione curda è più numerosa, proprio il Partito della giustizia e dello sviluppo (Akp) di Erdoğan è il concorrente che più impensierisce il Hdp, laddove altre formazioni come il Partito popolare repubblicano (Chp), prima forza d’opposizione del paese, difficilmente ottengono risultati in linea con quelli registrati a livello nazionale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto